Capo Figari 11.02.2018

figari---1-1.jpg

Capo Figari... con un pó di lungimiranza e accortezza, potrebbe diventare un polo di attrazione Europea delle pratiche outdoor...sport attivi! In un lembo di terra abbandonato e devastato da un recente incendio... convivono sentieri, archeologia bellica, archeologia industriale, vie di arrampicata, vecchi Stazzi, spiagge da sogno, decadenti edifici storici, una colonia di Mufloni, percorsi per mountain bike,  percorsi per trekkers, abseiling,  scrambling ecc....proprio in un percorso di scrambling ed abseiling...ci siamo cimentati ieri, con un gruppo super motivato, arrivato da mezza Sardegna.

La partenza è comodissima, dal grande parcheggio dopo il campo da calcio. Si segue il sentiero dei carbonai che porta in direzione della sella tra Monti Ruju e l'altura dell'ex Semaforo intitolato a G. Marconi ed è proprio in questa direzione che ci diriggiamo.
Lungo il crinale della falesia esposta a nord ovest. Sentiero sempre panoramico che ci permette di raggiungere il punto della prima discesa in corda di circa 35 metri e, ci deposita sopra una cengetta comoda dove, è attrezzata la seconda discesa dentro un buco...frattura in parete. 65 metri di discesa vertiginosa nel vuoto... volendo si può frazionare in 45 + 20! Alla base di questa discesa, si prosegue sul sentiero verso est e, in 20 minuti di arriva ad un'altra discesa in corda di 35 metri...e, fatta questa, si inizia a camminare verso ovest, seguendo un sentiero di recente realizzazione che, in circa 1 ora e mezza, ci riporta a Golfo Aranci.
Totale del percorso a piedi...circa 7 chilometri.

 

Figari   3
Figari   4
Figari   5
Seconda calata
Figari   1 2

  • Visite: 406

Copyrights 2017-2020 Antonello Azara - Costa Smeralda

Partita IVA: 01874810904